Anidride carbonica ( CO2)

La CO2, o anidride carbonica, è un composto chimico formato da due atomi di ossigeno ed uno di carbonio. Chiamato anche biossido (o diossido) di carbonio, viene emesso tramite respirazione dalle piante, dagli animali e dagli esseri umani, o con altre forme di inquinamento, alcune legate alle attività umane, altre a processi naturali. Si tratta di un gas a temperatura e pressione standard ed è presente nell’atmosfera terrestre di cui compone lo 0,039% o 388 ppm (parti per milione).

Tutte le forme di vita che respirano, prendono Ossigeno (O) ed espirano anidride carbonica (CO2). Le piante assorbono la CO2 e la utilizzano nel processo di fotosintesi, emettendo a loro volta ossigeno. Mentre l’ossigeno è usato nella respirazione cellulare, l’anidride carbonica è il suo prodotto di scarto. Il biossido di carbonio e l’ossigeno si muovono attraverso l’ecosistema nel percorso chiamato Ciclo carbonio-ossigeno.

L’anidride carbonica è generata come sottoprodotto della combustione di combustibili fossili o di materia vegetale, tra gli altri processi chimici. Viene emessa anche dai vulcani e altri processi geotermici come le sorgenti di acqua calda e geyser e dalla dissoluzione dei carbonati nelle rocce crostali.

L’anidride carbonica è considerata uno dei maggiori gas serra perché riflette la luce visibile, e data la sua quantità, di gran lunga maggiore rispetto agli altri gas pericolosi, è presa come punto di riferimento per la lotta contro il cambiamenti climatici. La concentrazione di CO2 nell’atmosfera è cresciuta di circa 2 ppm nel 2009. Prima dell’avvento dell’era industriale, quando le emissioni dovute dall’essere umano sono improvvisamente aumentate, le concentrazioni di biossido di carbonio nell’atmosfera aumentavano con l’aumento della temperatura globale, a seguito di cambiamenti indotti da altri processi come i cicli orbitali.